Scelta e settaggio dell’arco

Condividi

Scelta e settaggio dell’arco

Il 90% della messa a punto non ha nulla a che vedere con l’arco. Permette solamente di ottenere un gruppo di frecce simili e poi di cercare la migliore relazione tra di esse agendo sul rest. Eseguire una messa a punto molto accurata non serve in modo particolare sulla parte meccanica del tiro, ma può servire ad aiutare a ottenere migliori risultati ad arcieri con una mente analitica, che si sentono più tranquilli avendo in qualche modo agito sull’arco.


Compagnia Arcieri Elimi - messa a punto arco


L’arco adatto
Se l’arco non è adatto all’arciere, nessuna messa a punto può ovviare la cosa. Solo se potenza ed allungo sono adatti all’arciere si può procedere nel lavoro: in caso contrario tutto quello che si farà non permetterà in nessun caso di ottenere migliori risultati. L’altra cosa importante è l’impugnatura, che peraltro non è fatta per essere veramente “impugnata”.
L’impugnatura è l’ultima parte dell’arco che si tocca durante il tiro: se non è adatta alla mano dell’arciere può provocare una torsione dell’arco. Attenzione: modificando l’impugnatura si modifica l’allungo!

I punti base per la sistemazione dell’arco
Prima della messa a punto, l’arco deve essere sistemato nei particolari, seguendo un’ordine specifico (regolazione del tiller -> regolazione delle cam -> regolazione del center shot -> regolazione del punto di incocco), perché le azioni indicate si influenzano l’un l’altra.

(Tratto da “Arco a prova di idiota” di Bernie Pellerite)

Condividi