Crea sito

Tecnica di base: sequenza di tiro

Condividi
FASE 1 – POSIZIONAMENTO DELL’ARCIERE

Assumi la corretta posizione di tiro.
Il tuo corpo dovrebbe essere perpendicolare al bersaglio e alla linea di tiro, e se tracciassi una linea immaginaria dal bersaglio verso di te, questa linea correrebbe attraverso i tuoi piedi.
Se hai l’occhio destro dominante, tieni l’arco con la mano sinistra, punta la tua spalla sinistra verso il bersaglio, e tieni la freccia e la corda con la mano destra. Se hai l’occhio sinistro dominante, segui queste istruzioni invertendo le mani.
Metti i piedi alla larghezza delle spalle, in modo che formino una linea retta che punta verso il bersaglio.
Stai in piedi senza essere teso. Dovresti tenere una postura comoda ma ferma.
Nella giusta posizione, un arciere è dritto, e forma una “T”. L’arciere usa i muscoli della schiena per tirare la freccia fino al punto di ancoraggio.

 

FASE 2 – INCOCCO

Incocca la freccia.
Punta l’arco verso il terreno e metti il fusto della freccia nell’apposito spazio sull’arco. Aggancia il fondo della freccia alla corda con la cocca – il piccolo componente di plastica che serve a questo scopo. Se la freccia ha tre alette, orienta la freccia in modo che solo un’aletta sia nella direzione opposta all’arco. Metti la freccia sotto lo spazio della cocca o tra le due cocche. Se non l’hai mai fatto prima, cerca di fartelo mostrare da un esperto.

FASE 3 – ANCORAGGIO DELLA MANO ALLA CORDA ARCO

Usa tre dita per tenere delicatamente la freccia sulla corda.
Più comunemente, l’indice è tenuto sopra la freccia e il medio e l’anulare sotto. Questa tecnica è chiamata Mediterranea o “split finger” ed è ad oggi la tecnica più usata.[3] Nella tradizione orientale, la corda è tenuta con il pollice, che è spesso protetto da un anello di metallo o di osso.[4] Un altro tipo di presa che viene usata è posizionare tutte e tre le dita sotto la freccia, per tirare la freccia più vicina all’occhio.

 

FASE 4 – CARICAMENTO DELL’ARCO

Alza l’arco e tendilo.
Queste azioni sono spesso realizzate con un unico movimento fluido, e con la pratica, riuscirai controllare perfettamente i tuoi movimenti, riuscendo a concentrarti completamente sul bersaglio e non farti distrarre dalla stanchezza.

Quando tieni l’arco, dovresti farlo nel modo più rilassato possibile, senza applicare forza sulla sezione centrale dell’arco.
1. – Tieni il braccio che impugna l’arco nella direzione del bersaglio. Il tuo gomito dovrebbe essere parallelo al suolo e l’arco dovrebbe avere una posizione verticale. Dovresti essere in grado di vedere lungo l’asse della freccia.
2. – Tendi la corda verso il tuo viso sino al “punto di ancoraggio”. L’ancoraggio è eseguito in corrispondenza del mento, della guancia, dell’orecchio o dell’angolo della bocca. Questo sarà il tuo punto di riferimento, e deve essere lo stesso per ogni tiro. Fai attenzione a non rilassarti troppo e a non continuare a tendere la corda oltre il punto di ancoraggio o ne risentiranno la tua potenza e la tua precisione.

 

FASE 5 – MIRA

Mira. Scegli il tiro istintivo o il tiro con mirino.
Il tiro istintivo richiede coordinazione tra l’occhio e il braccio che impugna l’arco, lasciando che siano l’esperienza e il subconscio a guidare i tuoi movimenti. Servono molta concentrazione e pratica. Concentrati solo sul centro del bersaglio.
Eseguire un tiro con mirino significa regolare il tuo arco composito, per raggiungere diverse distanze.
In questo modo è molto più semplice imparare a tirare, ed è per questo il tiro più adatto a un principiante.

 

FASE 6 – RILASCIO DELLA FRECCIA

Rilascia la freccia rilassando le dita della mano che tende la corda.
Anche se può sembrarti semplice, il modo in cui rilascerai le dita dalla corda può influenzare il volo della freccia. Il tuo scopo sarà apprendere un rilascio più pulito possibile e se sei un principiante, servirà tempo. Alcuni dei problemi che potresti incontrare nel rilascio della freccia includono esitazione, tremore o anticipare troppo il tiro. Tutto ciò che faccia deviare la corda può alterare la traiettoria della freccia.

 

FASE 7 – COMPLETAMENTO ROTAZIONE SPALLA E PERMANENZA DELLA POSIZIONE STATICA

Quando la freccia è partita, ritira la mano che tendeva la corda e completa la rotazione della spalla.
Tieni l’arco fermo finché la freccia non è arrivata a destinazione. Osserva il volo della freccia.

 

FASE 8 – RIPETIZIONE COSTANTE DEI TIRI E CONCENTRAZIONE SULLE SINGOLE FASI DELLA SEQUENZA DI MOVIMENTI

Tira tutte le frecce nella tua faretra. Generalmente un set è composto da 6 frecce.
Ripetendo i movimenti, migliorerai. Per riuscire a tirare una freccia in modo efficace, dovrai imparare come eseguire la sequenza di movimenti precedentemente descritta in modo fluido, riuscendo a non farti distrarre dal pensiero di ogni movimento. Non sarà facile in principio, ma con la pratica riuscirai a essere più fluido e a tuo agio.

 

LA SEQUENZA DI TIRO (di Ferruccio Berti)

PRIMA PARTE

SECONDA PARTE

 

 

ALLENAMENTO MENTALE AL TIRO (di Ferruccio Berti)

PRIMA PARTE

 

SECONDA PARTE

Condividi