Vietato dire “non ce la faccio”: Quando la forza del pensiero domina la materia e la realtà

Condividi

Grande è il potere del pensiero e quando il pensiero costruttivo è unito alla forza di volontà e alla fede in se stessi, non conosce limiti. Esso controlla e dirige la materia e la realtà.
Il caso di Gisella Taranto è a dir poco eclatante.
Rincasava quando un albero le è caduto addosso. Le dissero che difficilmente avrebbe potuto tornare a camminare. 
C’erano volute ore per estrarla dalle lamiere dell’auto. Quel risveglio fu drammatico: tetraplegia post traumatica.
Gisella guardava immobile dal suo letto i visi dei propri parenti, della sorella e dei medici che le facevano capire come più nulla sarebbe stato come prima e che il suo destino sarebbe stato quello di vivere su una sedia a rotelle.
Ma la giovane ragazza non ha mai creduto di dover rimanere inchiodata su una sedia a rotelle, immobilizzata per tutta la vita.
Dopo vari tentativi e sforzi per muovere un dito o un arto un giorno, magicamente, avviene il miracolo…
Dopo 2 anni di lotta è in piedi e vuole fare la maratona di New York e si sposa vivendo la vita che VOLEVA e DESIDERAVA.
Il pensiero costruttivo è tutto, perché la coscienza è tutto, sia nella vita come nello sport come anche negli incidenti e nelle disgrazie.

Link a fonte di cronaca: http://www.ilgiornale.it/news/cronache/gisella-ragazza-paralizzata-che-ha-sconfitto-carrozzella-1105335.html

Condividi