Messa a punto delle frecce: test della freccia spennata

Condividi

Nel commento, l’autore segnala che l’esatto spine della freccia è molto importante per chi esegue il rilascio con le dita, ma lo è molto meno per chi usa uno sgancio meccanico.
Messa a punto per la miglior rosata.
Mettere bene a punto il mirino per il tiro ad una distanza dove si pensa di raggruppare le frecce in modo abbastanza buono (da 40 a 60 m).
Eseguire la messa a punto tirando 36 – 48 frecce in voleé di 6 su di un nastro di ½” orizzontale per controllare la variazione alto – basso ed un n° uguale di frecce su di un nastro verticale per controllare la variazione destra – sinistra.
(Meglio così che tirare su di un punto centrale. Quando si cerca la messa a punto verticale non controllare l’effetto orizzontale, e viceversa).
Per la messa a punto della rosata tirare ora su di un bersaglio formato da due nastri, uno verticale ed uno orizzontale che si incrociano perpendicolarmente, formando un centro. Tirare su questo bersaglio voleé di 6 frecce numerate e prendere nota dei risultati che si ottengono variando di piccoli valori di volta in volta il centershot o l’altezza del punto di incocco. Adottare la posizione che ha permesso di ottenere la migliore rosata.
Durante questa prova i risultati possono essere influenzati dal peso diverso fra le frecce, da eventuali difetti o imperfezioni della freccia, della cocca, delle alette, dallo spine diverso fra le frecce.
NB – È un lavoro molto lungo, che richiede più giorni di tiro. Non pensare di farlo se non si è sicuri di avere l’arco a posto, le frecce tutte uguali ed in buono stato, la capacità di tirare delle rosate abbastanza buone alla distanza prescelta.

(Tratto da “Arco a prova di idiota” di Bernie Pellerite)

Condividi